I migliori esercizi per tonificare ed aumentare il seno: i falsi miti partono dagli esperti.

Spread the love

Mi chiamo Federica Favale: Personal Trainer, Coach Online, FitModel, Titolare e Responsabile Commerciale dell’azienda AF Nutrition ( http://www.afnutrition.it ) , Blogger ( https://federicanuovo.blogspot.com/ ) e Mamma. Email: federica.favale79@libero.it  INSTAGRAM: ( federica_af_nutrition) https://www.instagram.com/federica_af_nutrition/?hl=it    FACEBOOK: ( Federica Favale)  https://www.facebook.com/federica.favale.71/

Girovagando nel web mi sono resa conto di quanta disinformazione possa esserci se non si riesce a valutare bene quello che si legge o guarda. Facendo le mie solite ricerche mi sono imbattuta in un video che parla di “tonificazione del seno” e con queste due parole chiave nel motore di ricerca mi sono comparsi decine e decine di video e articoli  che parlano di come tonificare il seno con esercizi più o meno efficaci e creme effetto push up. Purtroppo io sono fedele alle mie convinzioni: rimango dell’idea di non voler prendere in giro le persone e mi piace parlare di realtà dei fatti. Non ho mai venduto o consigliato una crema che tonifichi il seno e mai lo farò perchè voglio ispirare fiducia nelle persone e soprattutto perchè conosco l’anatomia umana. Non potrei mai instaurare falsi miti nelle persone e soprattutto nelle donne. L’immagine del seno da sempre è simbolo di femminilità, fertilità e maternità, legata  ad un principio di fecondazione e nutrimento. E’ un organo altamente simbolico, primo segnale di una femminilità conquistata. Purtroppo i media oggigiorno ci propongono sempre più immagini di donne con seni grandi, sodi e perfetti ad ogni età e quindi maggiormente di questi periodi si presta maggiore attenzione all’aspetto e alla bellezza del seno perchè nell’immaginario femminile è il perno attorno al quale ruota l’immagine corporea di una donna.Il corpo di una donna e quindi anche il seno vanno incontro a numerosi ed inevitabili modificazioni nel corso dagli anni come gravidanza, allattamento, menopausa, dimagrimento, ingrassamneto. Cerchiamo quindi di capire cosa succede al seno nel corso della vita di una donna ma soprattutto partiamo dalla sua struttura.Il seno o anche mammella è costituito da: 
GHIANDOLA MAMMARIA: è una ghiandola a secrezione esterna che poggia sul muscolo grande pettorale. E’formata da un complesso strutturale a forma di piccoli acini che producono latte sotto controllo dell’ormone prolattina. Tali acini sono collegati a dei dotti galattofori che permettono di incanalare le secrezione lattee verso il capezzolo.CAPEZZOLO: si trova all’apice della mammella(seno), è di forma conica e presenta gli sbocchi dei dotti galattofori chiamati PORI LATTIFERI. Il capezzolo può essere più o meno sporgente, in alcuni casi può essere introflesso ma se stimolato si estroflette se invece rimane perennemente introflesso si parla di “retrazione del capezzolo”ed è una condizione da far controllare.AREOLA: è la regione più scura che circonda il capezzolo. Sia il capezzolo che l’areola sono dotati di fibre muscolari lisce che ne permettono la contrazione con conseguente erezione del capezzolo e corrugamento dell’areola. Questo, nel periodo dell’allattamento, permette un più facile deflusso di latte. Il colore dell’areola e del capezzolo varia da donna a donna e può variare anche in condizioni particolari come la gravidanza dove l’areola diventa più grande e più scura.TESSUTO ADIPOSO: la quantità di tessuto adiposo è soggettiva e varia con l’età, aumentando generalmente nelle donne anziane. Forma, dimensioni e simmetria del seno sono caratteristiche personali che variano da donna a donna e dipendono in gran parte dalla presenza di minore o maggiore quantità di grasso e dalla sua distribuzione.
Quindi da questa descrizione possiamo già capire come il seno non sia un muscolo ma l’unica muscolatura è presente nel capezzolo e nell’areola con la funzione di corrugamento dell’areola e erezione del capezzolo per facilitare la fuoriuscita del latte.Cerchiamo ora di capire cosa succede al seno nelle varie fasi della vita:
DURANTE LA PUBERTA’:Il seno inizia a svilupparsi già nei primi sei mesi di gestazione. Durante la pubertà poi comincia ad ingrossarsi formando tessuto adiposo.Crescono anche areola e capezzolo.
DURANTE LA VITA ADULTA:Intorno ai 35/40 anni il seno inizia un lento processo di invecchiamento dove inizia ad aumentare il grasso rispetto al tessuto ghiandolare e quindi il seno risulta più morbido e meno sodo.
DURANTE LA GRAVIDANZA:i seni diventano più tesi e i capezzoli più sensibili perchè crescono i lobuli che producono latte. Il capezzolo e l’areola diventano più grandi e più scuri.
DURANTE L’ALLATTAMENTO:dopo il parto, con la montata lattea la dimensione del seno cambia più volte al giorno ed è sempre abbastanza teso.  Quando l’allattamento al seno termina i seni tornano come in origine ma generalmente meno sodi (effetto seno svuotato).
MENOPAUSA:con la diminuzione e cessazione della produzione di estrogeni(i principali ormoni femminili) i seni perdono la loro consistenza e risultano morbidi e molto rilassati.
DIMAGRIMENTO/ INGRASSAMENTO: Il seno non è un muscolo, è formato principalmente da ghiandola e grasso quindi se una donna ingrassa o dimagrisce si modificano anche forma e peso del suo seno.
Il seno non possiede una propria muscolatura e a parte areola e capezzolo è del tutto privo di fibre muscolari. Dalla descrizione fatta si capisce che esiste una forte relazione tra percentuale di grasso corporeo, ormoni, volume e turgore della mammella. A questo punto possiamo trarre le conclusioni:  essendo costituito esclusivamente da grasso non esistono esercizi per tonificarlo perchè il grasso non si tonifica al contrario allenando eccessivamente i muscoli pettorali, nella speranza di risollevare un seno rilassato si può incorrere in alterazioni posturali come la cifosi o addirittura un’eccessiva ipertrofia muscolare potrebbe portare ad netta separazione tra il muscolo e il tessuto mammario. Stessa cosa vale per le creme ad effetto volumizzante. L’unica funzione della crema che si applica sul seno è quella di apportare idratazione alla pelle ma non di rimpolpare.Quindi non ci si deve prendere cura del seno? Assolutamente si! Per  mantenere un seno bello e sano il più a lungo possibile sono necessari piccoli accorgimenti:-un adeguato livello di attività fisica, indossando anche un buon reggiseno sportivo durante la seduta di allenamento.- adottare un’alimentazione equilibrata,sana, bilanciata ricca di tutti i micronutrienti e macronutrienti necessari, evitando i cosidetti effetti yo-yo perchè le variazioni continue di peso danneggiano la cute facendo comparire danni permanenti come le smagliature.- apportare il giusto grado di idratazione, bevendo un’adeguata quantità di acqua, è importante per il mantenimento di un seno bello ed in particolare della pelle che in questo modo appare più tonica,elastica e turgida.-infine è importante scegliere detergenti non aggressivi e creme idratanti come completamento per la cura, la bellezza e il benessere del proprio seno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *