Per l’allenamento la banana è meglio di uno sport-drink

Spread the love

A sostenerlo uno studio pubblicato sulla rivista Plos One. E’ antinfiammatoria e riduce stress muscolare. E soprattutto è naturale

I CARBOIDRATI rappresentano una specie di carburante per gli sportivi, che siano essi veri e propri professionisti o dei semplici amatori: vengono consumati in fretta e arrivano subito ai muscoli, alimentandoli, e riducendo lo stress fisiologico al quale sono sottoposti. Ma se le bevande sportive per decenni hanno rappresentato una fonte quasi indiscussa di tali sostanze alimentari, da qualche anno i ricercatori hanno iniziato a domandarsi se un ritorno all’alimentazione naturale, come la frutta ad esempio, possa rappresentare un’alternativa comunque valida per le esigenze dell’organismo durante l’esercizio fisico. Una ricerca, pubblicata recentemente sulla rivista scientifica Plos One, con tanto di esami del sangue su una ventina di ciclisti per un’analisi più accurata, decreta la banana come l’alimento più ottimale, declassando così le bevande sportive.
• PER LO SPORT SOLO L’ACQUA NON BASTA

I ricercatori hanno chiesto a 20 ciclisti, uomini e donne, di partecipare a un’estenuante corsa in bicicletta di circa 75 chilometri, bevendo solo acqua. L’esperimento è stato ripetuto successivamente per testare gli effetti fisiologici dovuti in un caso all’assunzione delle bevande sportive e nell’altro a quella delle banane, con due settimane di washout tra i vari test. Ogni volta gli esperti hanno prelevato il sangue degli sportivi prima della corsa o dopo (a 0 ore dalla fine dell’esercizio, a tre quarti d’ora, a un’ora e mezza, e ad altri intervalli di tempo, fino a 45 ore dopo). Lo scopo era quello di andare a esaminare le concetranzioni ematiche di alcuni metaboliti – i cui livelli possono cambiare quando si o meno sotto sforzo, indicando dunque se il fisico è stressato – e alcuni marcatori di infiammazione. Dai risultati ottenuti, i ricercatori hanno riscontrato livelli relativamente alti dei marcatori infiammatori, quando i ciclisti bevevano soltanto acqua. Al contrario, i livelli erano più bassi se gli sportivi avevano assunto la bevanda sportiva o la frutta.

LEGGI – Recuperare energie dopo lo sport? Basta un bicchiere di latte

• LA FRUTTA, UN’ALTERNATIVA ALLE BEVANDE SPORTIVE

Ma andando ad analizzare l’attività di alcuni geni, si sono anche accorti che c’erano delle differenze tra gli effetti dovuti all’assunzione di frutta e bevande sportive: nei ciclisti che avevano mangiato soltanto la banana durante la corsa, i ricercatori hanno scoperto che le cellule del loro sangue producevano il precursore dell’enzima Cox-2 in quantità minore (effetto non riscontrato nelle altre due condizioni, acqua o bevande). Questo enzima induce la produzione di prostaglandine, molecole implicate nei processi infiammatori. Insomma, “la banana sembrerebbe funzionare in modo comparabile ai farmaci antinfiammatori (come l’ibuprofene, ad esempio), che entrano in azione inibendo l’enzima Cox-2”, sottolinea David Nieman, autore principale dello studio e direttore dello Human Performance Lab del North Carolina Research Campus di Kannapolis (Usa). Ma restano ancora alcuni interrogativi in merito: ad esempio, come questo frutto riesca a influenzare l’espressione genica delle cellule dopo l’esercizio fisico, oppure quale sia la quantità ideale di tale frutto durante lo sforzo fisico. Perché se è vero che fornisca una quantità di carboidrati paragonabile

alle bevande sportive, l’esperto chiarisce che il frutto ha anche provocato qualche effetto indesiderato (un po’ di gonfiore negli atleti), che va approfondito con altri studi, così come tanto c’è ancora da indagare sugli effetti di altri tipi di frutta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *