Personal trainer di Sirmione stroncato da un malore a 35 anni

Spread the love

e n’è andato a causa di un malore improvviso Emanuele Cuomo Coppola, 35enne sirmionese, da poco trasferitosi da Colombare a un paesino in provincia di Treviso per vivere con la fidanzata Erika.

Ed è proprio davanti a suoi occhi che, come raccontano i quotidiani locali, l’altro ieri pomeriggio l’uomo è stato colpito dall’arresto cardiaco che gli è stato fatale, mentre si trovava nell’appartamento di Riese Pio X dove abitava solo da un paio di settimane. Culturista, grande appassionato di fitness e di body building, Emanuele, o Manuel come era più conosciuto, aveva lavorato in numerose palestre del Garda, prima di diventare personal trainer professionista e trasferirsi nel trevigiano per iniziare una nuova vita con la sua ragazza, anche lei istruttrice nelle palestre. Nel frattempo però aveva fatto pure il pizzaiolo nelle diverse attività da asporto che la sua famiglia ha gestito negli anni a Sirmione, Desenzano e Lonato.

Lui stesso ne aveva aperta una a Colombare in piazza Virgilio, di fronte alle scuole elementari, chiusa circa un anno e mezzo fa.

«La sua famiglia è conosciutissima a Lonato – commenta il sindaco Roberto Tardani -, e la nostra collettività è stata scossa dalla notizia della sua morte. Suo padre Antonio ha gestito per anni una pizzeria in centro che era una vera istituzione. A lui e a tutti i suoi cari va il mio cordoglio».

Si unisce alle condoglianze anche il sindaco di Desenzano Guido Malinverno, che si ricorda di Emanuele quando era uno studente dell’itis Cerebotani di Lonato, dove il primo cittadino all’epoca insegnava. «Era un ragazzo buono – riferisce ancora suor Anna Caldara, preside dell’istituto paritario Paola di Rosa di Lonato, dove Emanuele ha frequentato le scuole medie -. Un tipo più pratico che studioso, ma con un grande senso di appartenenza al gruppo e alla famiglia».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *